Lavoro

ORIENTAMENTO

 

SERVIZI

 

 

ORIENTAMENTO

 

QUALCHE INFO SULLA RICERCA ATTIVA

 

Per poter svolgere un'attività lavorativa sono necessari due documenti: Carta d'identità e Codice Fiscale.

Per i giovani che si affacciano per la prima volta al mondo del lavoro è sicuramente utile recarsi presso un Centro per l’Impiego, dove potranno ricevere importanti informazioni di orientamento al lavoro. Il Centro per l’Impiego è anche l’organo competente per l’accertamento dello stato di disoccupazione.

È disoccupato chi dichiara al Centro per l'Impiego di essere immediatamente disponibile allo svolgimento di un'attività lavorativa.       

Il disoccupato attraverso il colloquio può ottenere l’iscrizione dello stato di disoccupazione (elenco di quelli che ricercano attivamente lavoro potendo fruire di specifici servizi nel rispetto delle condizioni di compatibilità con questa iscrizione). L’iscrizione ha lo scopo di facilitare l’incontro tra la domanda e l’offerta di lavoro.

La ricerca attiva del lavoro si svolge anche attraverso una lettura attenta delle inserzioni:  le offerte di lavoro vengono pubblicate su quotidiani nazionali (sul Corriere Della Sera del venerdì trovi la sezione Trovalavoro, su La Repubblica del giovedì l’inserto Professioni & Carriere..), e quotidiani locali (Il Tirreno del lunedì pubblica Cercalavoro, una raccolta di offerte e concorsi più vicini al nostro territorio) oppure su siti specializzati (Centro per l’Impiego, borsalavoro toscana, bollettino del lavoro, livornoJob…..).

Per chi è interessato al pubblico impiego può essere utile visionare La Gazzetta Ufficiale Concorsi ed Esami, (disponibile on line e presso vari sportelli Informagiovani).

 

 

IL CURRICULUM

 

IL CURRICULUM VITAE

Il curriculum è diventato uno strumento indispensabile per chi è alla ricerca di un lavoro.
Attraverso una attenta lettura dei curricula molti datori di lavoro svolgono una sorta di preselezione dei candidati. Per questo è fondamentale scrivere bene il proprio curriculum.
Ecco alcuni suggerimenti per la stesura di un buon curriculum.

Un CV deve essere breve

Nella maggior parte dei casi bastano 1/2 pagine. Ad ogni modo, non superare le 3 pagine.
Se la vostra esperienza professionale è limitata, descrivete innanzitutto la vostra istruzione e formazione, specificando le attività lavorative svolte durante la formazione.

Siate chiari e concisi

Usate frasi brevi. Concentratevi sugli aspetti principali della vostra formazione ed esperienza professionali. Spiegate eventuali interruzioni durante i vostri studi o la vostra carriera.

Adattate il CV al posto per il quale presentate domanda

Prima di inviare il CV ad un datore di lavoro, controllate che corrisponda al profilo richiesto. Non inserite esperienze lavorative o formazione non importanti ai fini della domanda. Sottolineate i vostri punti di forza rispetto alle esigenze specifiche del futuro datore di lavoro. Attenzione: non gonfiate artificialmente il vostro CV: se lo fate, è probabile che ciò venga scoperto durante un colloquio.

Fate attenzione a come presentate il CV

Indicate capacità e competenze in modo chiaro e logico per evidenziare i vostri punti di forza. Fate attenzione a dettagli quali ortografia e punteggiatura. NB: Stampate il CV su carta bianca.

Verificate il CV una volta compilato

Eliminate ogni errore di ortografia e assicuratevi che sia esposto in modo chiaro e logico.   Fate rileggere il vostro CV ad una terza persona per essere certi che il contenuto sia chiaro e comprensibile.

Accanto al modello di curriculum a schema libero non bisogna dimenticare anche il modello standard europeo, denominato Europass curriculum vitae, riconosciuto ufficialmente in tutta la comunità europea.

 

LA LETTERA DI ACCOMPAGNAMENTO

Scrivere bene il curriculum, dunque, pare essere l'elemento decisivo per entrare in contatto con il mondo del lavoro. Ma un curriculum senza una buona lettera d'accompagnamento rischia di non riuscire comunque a valorizzare adeguatamente le potenzialità della propria candidatura. Anche se lo strumento della lettera è oggi ancora troppo spesso tralasciato o risolto frettolosamente.

COSA NON SCRIVERE: riportare quanto è già stato scritto nel curriculum; frasi banali per manifestare un interesse generico verso l'azienda; autodefinizioni del tipo, "credo di essere una persona determinata e responsabile.

COSA SCRIVERE: è invece indispensabile riportare ciò che davvero contraddistingue il proprio profilo formativo e professionale se già il giovane ha avuto qualche breve esperienza lavorativa. Vanno evidenziati anche i collegamenti o gli aspetti che difficilmente si riesce a cogliere dalla semplice lettura dei dati scarni del curriculum: cosa ci sia di tipico nelle aziende in cui ha lavorato o come il contesto formativo abbia eventualmente resa particolare la sua esperienza. Nella lettera di accompagnamento è importante descrivere sinteticamente le proprie competenze e le proprie motivazioni. Ma è importante indicare anche le proprie caratteristiche personali.

 

 

LAVORO STAGIONALE /TEMPORANEO 

 

* Lavoro occasionale di tipo accessorio
* Villaggi turistici
* Navi da crociera
* Lavoro nel turismo: mare e montagna
* Agricoltura

 

LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO

Il lavoro occasionale di tipo accessorio è una particolare modalità di prestazione lavorativa prevista dalla Legge Biagi. La sua finalità è regolamentare quei rapporti di lavoro che soddisfano esigenze occasionali a carattere saltuario, con l’obiettivo di far emergere attività confinate nel lavoro nero, tutelando in tal modo lavoratori che usualmente operano senza alcuna protezione assicurativa e previdenziale.
Il pagamento della prestazione avviene attraverso i cosiddetti voucher (buoni lavoro), che garantiscono, oltre alla retribuzione, anche la copertura previdenziale presso l'Inps e quella assicurativa presso l'Inail.

Vantaggi

• Per il committente (datore di lavoro)
Il committente può beneficiare di prestazioni nella completa legalità, con copertura assicurativa INAIL per eventuali incidenti sul lavoro, senza rischiare vertenze sulla natura della prestazione e senza dover stipulare alcun tipo di contratto.
• Per il prestatore (lavoratore)
Il prestatore può integrare le sue entrate attraverso le prestazioni occasionali, il cui compenso è esente da ogni imposizione fiscale e non incide sullo stato di disoccupato o inoccupato. Il compenso dei buoni lavoro dà diritto all'accantonamento previdenziale presso l'Inps e alla copertura assicurativa presso l'Inail ed è totalmente cumulabile con i trattamenti pensionistici.

Il committente

I committenti – cioè coloro che impiegano prestatori di lavoro accessorio - possono essere:
famiglie;
enti senza fini di lucro;
soggetti non imprenditori;
imprese familiari;
imprenditori agricoli;
imprenditori operanti in tutti i settori;
committenti pubblici.

Attenzione. Si evidenzia che il ricorso ai buoni lavoro è limitato al rapporto diretto tra prestatore e utilizzatore finale, mentre è escluso che un’impresa possa reclutare e retribuire lavoratori per svolgere prestazioni a favore di terzi, come nel caso dell’appalto o della somministrazione.
L’utilizzo dei voucher in caso di società appaltatrici di servizi è consentito esclusivamente nel caso dell’attività di stewarding in manifestazioni calcistiche.

Soggetti che possono svolgere il lavoro accessorio

I prestatori che possono accedere al lavoro accessorio sono:
pensionati
titolari di trattamento pensionistico in regime obbligatorio;
studenti nei periodi di vacanza
sono considerati studenti "i giovani con meno di 25 anni di età, regolarmente iscritti ad un ciclo di studi presso l'Università o istituto scolastico di ogni ordine e grado”. I giovani debbono, comunque, aver compiuto i 16 anni di età e, se minorenni, debbono possedere autorizzazione alla prestazione di lavoro da parte del genitore o di chi esercita la potestà genitoriale. Inoltre, in caso di esposizione dei minori ad attività a rischio (in particolare, nei settori dell’industria e dell’artigianato manifatturiero) va presentato il certificato medico di idoneità al lavoro. 

Per “periodi di vacanza” si intendono (Circolare n. 4 del 3 febbraio 2005 del Ministero del lavoro e delle Politiche sociali):
a) per “vacanze natalizie” il periodo che va dal 1° dicembre al 10 gennaio;
b) per “vacanze pasquali” il periodo che va dalla domenica delle Palme al martedì successivo il lunedì dell'Angelo;
c) per “vacanze estive” i giorni compresi dal 1° giugno al 30 settembre;

Gli studenti possono effettuare prestazioni di lavoro accessorio anche il sabato e la domenica in tutti i periodi dell’anno, oltre che nei periodi di vacanza e compatibilmente con gli impegni scolastici. Gli studenti iscritti ad un ciclo regolare di studi universitari possono svolgere lavoro accessorio in qualunque periodo dell'anno.
percettori di prestazioni integrative del salario o sostegno al reddito
cassintegrati, titolari di indennità di disoccupazione ASpI, disoccupazione speciale per l'edilizia e i lavoratori in mobilità;
lavoratori in part-time
i titolari di contratti di lavoro a tempo parziale possono svolgere prestazioni lavorative di natura accessoria nell'ambito di qualsiasi settore produttivo, con esclusione della possibilità di utilizzare i buoni lavoro presso il datore di lavoro titolare del contratto a tempo parziale.
altre categorie di prestatori
inoccupati, titolari di indennità di disoccupazione Mini-ASpI e Mini-ASpI 2012, di disoccupazione speciale per agricoltura, lavoratori autonomi, lavoratori dipendenti pubblici e privati.
Attenzione: il ricorso all’istituto del lavoro accessorio non è compatibile con lo status di lavoratore subordinato (a tempo pieno o parziale), se impiegato presso lo stesso datore di lavoro titolare del contratto di lavoro dipendente (Circolare INPS n. 49/2013).
I prestatori extracomunitari possono svolgere attività di lavoro accessorio se in possesso di un permesso di soggiorno che consenta lo svolgimento di attività lavorativa, compreso quello per studio, o - nei periodi di disoccupazione – se in possesso di un permesso di soggiorno per “attesa occupazione”. Il compenso da lavoro accessorio viene incluso ai fini della determinazione del reddito necessario per il rilascio o rinnovo del permesso di soggiorno, caratterizzandosi per la sua funzione esclusivamente integrativa. 

Come funziona

Per poter accedere a questa tipologia di lavoro è necessari iscriversi on line collegandosi al sito dell’INPS.
Il lavoratore dopo la registrazione sarà contattato direttamente dal datore di lavoro.

 

VILLAGGI TURISTICI

Lavorare in un villaggio turistico può rappresentare una possibilità di guadagnare, stando a contatto con la gente. Le strutture che si dedicano all'organizzazione di vacanze e soggiorni, fanno sempre più richiesta, di svariate figure professionali da impegnare in villaggi turistici o strutture alberghiere, collocati in Italia e all'estero.
Le professionalità richieste sono molteplici in diversi settori: animazione, ristorazione e servizi alberghieri (es. camerieri, barman, lavapiatti, cuochi e aiuto cuochi, chef, maitre, personale di pulizia, pizzaioli ), attività sportive (es. istruttori di vela, sub, aerobica, ginnastica, sport terrestri, sci nautico, apnea, bicicletta, roller..), accoglienza e assistenza clienti (es. accueil, assistenti traffico dal villaggio all'aeroporto, hostess, assistenti turistici, interpreti), manutenzione (es. elettricisti, idraulici), amministrazione (es. ufficio economato, segreteria, receptionist), custodia dei bambini (es. animatori per mini e baby club), attività commerciali (es. commesse boutique, cassiere), escursioni (es. guide naturalistiche, accompagnatori), servizi alla persona (es. infermieri, estetiste, massaggiatrici), ecc….
Si sottolinea che il lavoro è comunque impegnativo e che gli orari possono essere pesanti.
Presentazione della domanda
Le selezioni vengono effettuate dai tour operator; dalle agenzie specializzate alle quali molti operatori turistici affidano l'attività di ricerca e selezione e da agenzie di servizi di animazione (vedi indirizzi alla voce LINKS, nella sezione Bacheche del nostro sito) che gestiscono i servizi di animazione in strutture turistiche. Spesso le selezioni vengono svolte in diverse città italiane.
I periodi in cui le agenzie di animazione e i tour operator effettuano la ricerca del personale sono:
* febbraio/aprile per la stagione estiva
* settembre/ottobre per la stagione invernale.
In genere ai candidati viene richiesta la presentazione del curriculum vitae via posta ordinaria, fax o e-mail oppure la compilazione di un modulo di richiesta assunzione o di una form nel proprio sito internet. Occorre sempre specificare nella domanda la qualifica e/o la figura per cui si è interessati e soprattutto la propria disponibilità in termini di tempi. Per le professioni che prevedono il contatto con il pubblico è consigliabile allegare anche una fotografia.
La presentazione della domanda può essere fatta come autocandidatura oppure in risposta ad un annuncio.

 

NAVI DA CROCIERA

Lavorare su una nave da crociera è un'esperienza indimenticabile.
Lavorare sulle navi da crociera richiede non solo un impegno costante, ma anche spirito di sacrificio. Esistono anche gli aspetti positivi (come ad esempio guadagni abbastanza alti e la possibilità di visitare e conoscere posti nuovi).
All’interno delle navi da crociera vi sono vari profili professionali a cui si può accedere:
Lavori d’ufficio.
Animazione: assistenti, direttori, dJ, istruttori di nuoto, personale per le escursioni a terra.
Servizi ed ospitalità: camerieri, barman, addetti alle pulizie, commessi.
Cura personale: operatori di sala, estetiste, personale medico, massaggiatori e istruttori di fitness.
Lavori sul ponte e nella sala macchine: responsabili della manutenzione e del funzionamento della nave.
Il profilo prescelto verrà formato attraverso un tirocinio all’interno della nave.
Costituisce requisito fondamentale la buona conoscenza delle lingue straniere (soprattutto inglese ma anche spagnolo, francese e tedesco) e l’aver maturato precedenti esperienze. Il candidato ideale ha un’età compresa dai 20 ai 35 anni. Il periodo lavorativo va dai 4 ai 6 mesi.
Per imbarcarsi è necessario avere il libretto di navigazione, documento rilasciato dalla capitaneria di porto più vicina alla propria residenza. Per lavorare nel settore Macchine bisogna aver compiuto 18 anni mentre per lavorare nel settore alberghiero basta aver compiuto 15 anni. Chi non ha precedenti esperienze di navigazione deve necessariamente frequentare un corso formativo di base che affronta i seguenti argomenti: sopravvivenza e salvataggio, antincendio livello base e pronto soccorso. Per il personale di camera e di cucina è necessario il possesso del libretto di idoneità sanitaria rilasciato dalla USL di appartenenza.
Per poter lavorare sulle navi da crociera, si consiglia di inviare il proprio curriculum vitae con foto e lettera di presentazione alle compagnie di navigazione a cui si è più interessati.
Qui di seguito sono elencate le compagnie di navigazione a cui ci si può rivolgere..

Portale Crociere Dreamlines: tirocini retribuiti della durata di 3-6 mesi

 

LAVORO NEL TURISMO: MARE E MONTAGNA

Il turismo è il settore che generalmente richiede il maggior numero di lavoratori stagionali, perchè interessa strutture ricettive (alberghi, campeggi, residence, ristoranti), strutture per il benessere, impianti balneari, strutture sportive.
Le figure professionali richieste sono tantissime, quali ad esempio: addetto alle pulizie, cuoco e aiutocuoco, barman, cameriere ai piani, cameriere di sala, facchino / portabagagli, personale di segreteria, portiere di notte, receptionist, promoter p er discoteche, assistenti bagnanti o bagnini, istruttore sportivo, animatori, guide alpine o naturalistiche, guide turistiche.
E’ possibile lavorare in diverse località turistiche sia al mare che in montagna per stagioni estive e/o invernali, le opportunità sono molteplici.
Lavorando nel turismo si ha anche l’opportunità di trascorrere un periodo fuori casa, di visitare località turistiche di pregio, e di stare in contatto con molte persone.

Come trovare lavoro

È possibile candidarsi on line e visionare le offerte senza la necessità di andare sul posto. Vedi indirizzi alla voce LINKS, nella sezione Bacheche del nostro sito.

 

AGRICOLTURA
Il lavoro stagionale nel settore agricolo riguarda la raccolta di frutta e ortaggi in primavera ed estate, la vendemmia in autunno, la raccolta delle olive e degli agrumi in inverno.
Per cercare un impiego temporaneo può essere utile rivolgersi di persona alle associazioni agricoltori della zona o, meglio, alle singole aziende agricole.  Per la raccolta di frutta in Trentino, visitate il sito dedicato.

 

 

IMPRENDITORIA 

 

* INFORMAZIONI UTILI PER METTERSI IN PROPRIO
* SERVIZI PER L'AUTOIMPRENDITORIA
* SUAP - SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE
* MAPPA DEI FINANZIAMENTI
* REC - REGISTRO ESERCENTI IL COMMERCIO
* ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA

 

INFORMAZIONI PER METTERSI IN PROPRIO

Aprire una propria impresa, oggi, richiede molta consapevolezza su aspetti, non soltanto inerenti il settore economico in cui si va ad operare, ma anche su noi stessi, sulle nostre capacità/abilità e sull'ambiente che ci circonda.

Per riuscire nell'impresa occorre che anche il futuro imprenditore possegga un certo portafoglio di competenze relative al saper produrre, saper vendere e saper gestire.

Chi è l'imprenditore?
Imprenditore è colui che esercita professionalmente un'attività economica organizzata al fine della produzione e/o dello scambio di beni e servizi (Art. 2082 C.C.).

Dall'idea al Business Plan
L'idea del nuovo imprenditore non deve essere obbligatoriamente geniale o originale, ma è necessario che sia chiara e realizzabile.

Per sviluppare la propria idea imprenditoriale occorre osservare:
- la realtà economica locale, nazionale ed internazionale;
- lo stile di vita degli altri;
- le attività che coltiviamo al di fuori del contesto lavorativo e che ci piacciono particolarmente;
- il nostro ambiente di lavoro e la sua organizzazione;
- le idee degli altri.

Una volta definita l'idea occorre determinare il rischio di impresa attraverso un Business Plan, ovvero un piano che analizza l'idea imprenditoriale, valuta costi e ricavi e ne verifica la fattibilità.

 

SERVIZI PER L'AUTOIMPRENDITORIA

Chi ha un'idea imprenditoriale da realizzare o da sviluppare può usufruire di consulenze individuali.
Quali informazioni? Il consulente di orientamento all'autoimprenditoria potrà supportarvi nella valutazione della vostra idea imprenditoriale o di sviluppo di un'azienda, nell'iter burocratico da seguire, nell'individuazione delle agevolazioni e dei finanziamenti per realizzare il vostro progetto di impresa.

I servizi SUAP e Marketing Territoriale forniscono consulenza per le domande di avvio di impresa, modulistica, informazioni su aree produttive disponibili, licenze, finanziamenti, ricezione di pratiche e rilascio di autorizzazioni.

Per la Bassa val di Cecina c'è uno sportello unico SUAP.

 

SUAP

Rete regionale SUAP della Toscana il sito istituzionale regionale per le imprese, contiene tutte le informazioni necessarie per l’insediamento e l’esercizio di ogni attività economica sul territorio regionale e per l’attivazione delle pratiche amministrative necessarie. Le informazioni sono fornite in modo uniforme su tutto il territorio regionale e vengono localizzate da ogni Comune per la sola parte relativa alla regolamentazione specifica del Comune. 

 

MAPPA DEI FINANZIAMENTI

Per chi intende mettersi in proprio le opportunità di finanziamento sono molteplici:

Per l’imprenditoria femminile la legge di riferimento è la 215/92. Lo scopo della legge per l’imprenditoria femminile è quello di incentivare l’imprenditoria in rosa garantendo le pari opportunità e migliorando l’economia di un territorio.

Per l’imprenditoria giovanile la legge di riferimento è la 95/95. Lo scopo della legge è quello di promuovere l’imprenditoria attraverso finanziamenti destinati a giovani.

Imprenditoria giovanile agricola per favorire il ricambio generazionale in agricoltura sono previste agevolazioni per i giovani agricoltori di età compresa tra i 18 e i 39 anni, che subentrano ad un parente entro il terzo grado (genitori, fratelli/sorelle, nonni, zii) nella conduzione dell'azienda familiare.


concept www.funambulo.com